Blog

Dal vivo è un'altra storia

Giù nel profondo della miniera di Abbadia San Salvatore

  • Girovagando
  • Abbadia San Salvatore (Siena), Parco Museo Minerario
  • agosto 2020
Giù nel profondo della miniera di Abbadia San Salvatore
Il buio, il rumore metallico dei carrelli, l'odore di terra e minerali. Seduti su un vagone originale dei minatori, si scende nella Galleria Livello VII dell'antica miniera di Abbadia San Salvatore!
Nei 250 metri lungo la galleria, l'atmosfera si fa oscura e il pensiero va ai tanti lavoratori che per decenni sono scesi sottoterra ogni giorno.
Come la guida Fernando che ci accompagna, ex dipendente del reparto tecnico della miniera: continua a scendere per raccontare una storia che ha cambiato la storia di questo piccolo paese sul Monte Amiata, Abbadia San Salvatore. Le sue parole sono dense di ricordi e si capisce che non è una visita come tante. C'è dentro tutta la sua vita.

La miniera di Abbadia San Salvatore​ entrò in attività alla fine dell’Ottocento e divenne il cardine economico della comunità: artigiani, braccianti, contadini e pastori si trasformarono in minatori ed il lavoro, prima precario ed esposto alle vicende stagionali, si trasformò in una fonte di reddito stabile. Nella miniera si estraeva il cinabro. Ma di che minerale si tratta?
Il sottosuolo di queste zona ne è ricchissimo. E' un minerale dal colore rosso intenso, da cui, tramite un processo di arrostimento e condensazione, si estraeva il mercurio. Un metallo di transizione semi liquido a temperatura ambiente e di colore argenteo.

La storia della miniera ha un arresto intorno al 1969/70, quando si aprì una crisi del mercurio a scala mondiale, che fu causata principalmente da motivi ecologici, ma anche dall’arrivo di nuovi produttori, principalmente paesi in via di sviluppo, in grado di praticare prezzi di vendita molto bassi e quindi assai concorrenziali. A causa di queste difficoltà l’intero bacino mercurifero del Monte Amiata, compresa la miniera di Abbadia, cessò definitivamente la sua attività nel 1972.
 
Oggi le esposizioni museali ed i percorsi didattici del Parco Museo Minerario evidenziano la varietà e la complessità della storia di questa miniera.
 
Durante il percorso nella galleria, diviso in sei tappe, si incontrano anche le ricostruzioni di alcune ambientazioni di lavoro, corredate di utensili e macchinari, oltre ai fronti di escavazione. 

Alla visita in miniera si aggiunge il Museo Multimediale “I luoghi del Mercurio”, di recente inaugurazione. Dal mito di Hermes alle voci dei minatori, alle proiezioni interattive: è ubicato nell’ex officina meccanica e amplifica le suggestioni già trasmesse dalla Galleria Livello VII.

"Musa, canta il figlio di Zeus e di Maia, Hermes [..] un figlio versatile, dalla mente sottile, un predone ladro di buoi, signore dei sogni: uno che spia nella notte accanto alle porte, destinato a compiere ben presto grandi imprese fra gli dei immortali" - Omero, Inno IV
 
Una bellissima esperienza questa nel Parco Minerario di Abbadia San Salvatore, che lascia il segno per la storia autentica che porta dentro.
Dal vivo è un'altra storia.
 
 
Dove
Abbadia San Salvatore (Siena), Parco Museo Minerario
Quando
agosto 2020
Categoria
Girovagando
Condividi
Galleria fotografica